ALBERT GLEIZES

ALBERT GLEIZES - Biografia

ALBERT GLEIZES - Arte Centro - Futurismo


Albert Gleizes (Parigi, 8 dicembre 1881 – Avignone, 24 giugno 1953) è stato un pittore, disegnatore e incisore francese, fra i principali rappresentanti del cubismo. Egli considerò tutte le sue opere successive al 1914 come sviluppo logico dell'estetica cubista. Artista autodidatta, è stato uno dei fondatori del Gruppo dell'Abbaye cubismo iniziale di Albert Gleizes dà risalto ai volumi (La Femme aux phlox, 1910). Alcune tele trattano l'oggetto figurativo in maniera destrutturata come Picasso (La Dame aux bêtes, 1914), ma il cubismo di Gleizes mantiene una certa originalità nella espressione schematica e realistica dei suoi personaggi in un paesaggio di forme geometriche e decostruite (L'Homme au balcon, 1912).
La tavolozza scura dei suoi primi quadri, si schiarì ed egli non esitò ad utilizzare grandi macchie di colori vivaci e piatte («La Parisienne», 1915). A partire dal 1917, passò a delle rappresentazioni meno destrutturate (La Femme au gant). La composizione dei suoi dipinti segue una grammatica rigorosa quanto costante inventata dal pittore: ricerca del ritmo, gusto per la geometria (rotazione e traslazione del piano), astrazione del soggetto (Peinture à sept éléments cadencés et rythmés).
Nel 1931 aderì al movimento "Abstraction-Création". Nei suoi ultimi dipinti Gleizes si rivolse verso la pittura sacra. Illustrò i Pensées di Blaise Pascal e si convertì al cattolicesimo nel 1941.
Le sue opere e disegni sono conservate in numerosi musei in Francia ed all'estero. Dal 2006, il museo Estrine di Saint-Rémy-de-Provence (Bocche del Rodano) ha allestito una esposizione permanente di Albert Gleizes.