JOSEPH BEUYS

JOSEPH BEUYS - Biografia

Joseph Beuys (Krefeld, Germania 1921 - Düsseldorf 1986), figura profetica ed emblematica, è uno dei personaggi più significativi della scena artistica mondiale del secondo dopoguerra.
Il Maestro tedesco fin dai primi anni Sessanta si è imposto come uno dei protagonisti dell’Arte contemporanea d’avanguardia; ha partecipato alle prime manifestazioni del gruppo Fluxus e ha poi delineato il suo lavoro nell’area delle performances e dell’impegno politico, sociale, umanitario ed economico.
Ha fondato movimenti culturali come l’Organizzazione per la Diretta Democrazia e la Free International University.
Sono memorabili alcune sue proposizioni concettuali in forma di slogan: Ogni uomo è un artista, La Rivoluzione siamo Noi, Kunst=Kapital, Difesa della Natura.
Presente alle rassegne internazionali più prestigiose da Documenta di Kassel, alla Biennale di Venezia, ha tenuto un’importante antologica al Guggenheim Museum di New York. Le opere di Joseph Beuys sono conservate nei maggiori musei del mondo.
Dal 1971 fino a pochi giorni prima di morire, la presenza del Maestro tedesco in Italia è stata costante più che in qualsiasi altro paese. In Italia, nel piccolo paese abruzzese di Bolognano ove aveva uno Studio, Beuys creò la famosa Piantagione Paradise trovò il terreno fertile per diffondere il suo credo fatto di amore e di fraterna collaborazione fra uomini liberi.
Lucrezia De Domizio Durini è tra i personaggi italiani che maggiormente ha collaborato con il Maestro tedesco e che tuttora dedica la sua esistenza all’espansione della filosofia beuysiana attraverso pubblicazioni e conferenze in diversi paesi del mondo.