Anna Maria Tulli - ritratti

“Le mie donne entrano ed escono dal tempo, dai loro mariti, da i loro figli, da loro stesse, dalla vita...”

L’autrice sintetizza così le caratteristiche dei suoi ritratti femminili tesi a rappresentare la capacità delle donne di “entrare e uscire” dalle situazioni, spesso anche loro malgrado, e la facoltà di essere due, tre, quattro, innumerevoli persone diverse. Il prezzo che si paga è alto: passaggi e trasformazioni a volte dolorose, lacerazioni profonde, ferite che solo faticosamente si impara a far rimarginare, crepe che lasciano solchi nell’anima, “strappi” che intaccano sguardi capaci comunque di andare lontano e di cogliere ancora la gioia di un’emozione. Ogni ritratto ha la forza di un simbolo e l’intento di raccontare una storia.



17.01.2022